BOOKING ONLINE

Meraviglia senza tempo. Pittura su pietra a Roma nel Seicento

Location

Galleria Borghese
Piazzale del Museo Borghese, 5
Italy
IT
Tue, 25/10/2022 - 09:00 to Mon, 23/01/2023 - 19:00

La Galleria Borghese presenta una suggestiva mostra dedicata all’invenzione della pittura su pietra, nata su ispirazione di Sebastiano del Piombo. Fu proprio il grande pittore veneto, infatti, a iniziare a dipingere su supporti più resistenti della tela, in seguito alla perdita di numerose opere durante il Sacco di Roma del 1527.

Esposte oltre 60 opere provenienti da musei italiani e stranieri e da importanti collezioni private, che raccontano dell’ambizione all’eternità delle opere d’arte, del paragone tra scultura e pittura, dei materiali antichi e del loro passaggio dalle miniere alle botteghe degli artisti, fino alle splendide collezioni di palazzi e ville. 

Curato da Francesca Cappelletti e Patrizia Cavazzini, il percorso espositivo è articolato in otto sezioni e inizia con La pietra dipinta e il suo inventore di cui fanno parte opere come il Ritratto di Filippo Strozzi (1550 c.) di Francesco Salviati, su marmo africano, quello di Cosimo de Medici (1560 c.) attribuito al Bronzino, su porfido rosso, e il Ritratto di Papa Clemente VII con la barba (1531 c.) di Sebastiano del Piombo.

Nella sezione Una devozione eterna come il marmo ammiriamo opere dedicate alle immagini a cui si attribuiva un potere magico di protezione, come l’Adorazione dei magi (1600 – 1620) su alabastro di Antonio Tempesta o la Madonna con il Bambino e San Francesco (1605 c.) di Antonio Carracci su rame – e, tra gli altri, dipinti su alabastro, lavagna, marmo di Carlo Saraceni, Orazio Gentileschi e Il Cavalier d’Arpino. Accanto, una piccola parte dedicata a Venere e le sue eroine raccoglie tre immagini di Ebe, Lucrezia e Cleopatra, di cui due su lavagna, della prima metà del Cinquecento del pittore toscano Leonardo Grazia.

In Antico e Allegoria troviamo opere su marmo, lavagna e pietra di paragone, dedicate a temi della poesia, come l’Andromeda del Cavalier d’Arpino e l’Inferno con episodi mitologici di Vincenzo MannozziUna notte nera come la pietra comprende i dipinti su pietre scure - pietra di paragone, lavagna o marmo belga - su cui risaltano le finiture dorate. Nelle sezioni Dipingere con la pietra/Paesaggi e Architetture e Pietre preziose e colorate, i fondali della pietra paesina e i supporti dalle screziature e dai colori magnifici, come il lapislazzulo, per mano dell’artista, spesso di formazione fiorentina come Antonio Tempesta, diventano non solo materiali che “eternano” la pittura, ma che ne esaltano le tante sfumature decorative. 

La presenza delle pietre colorate nelle collezioni aristocratiche romane è testimoniata da oggetti - piccoli altari, stipi e orologi - dalle forme complesse e ornati da piccole sculture, rilievi e pittura. Esposte anche opere parte della collezione Borghese, come il Tavolo in pietre dure di ambito romano della Sala XIV e il Tabernacolo della Cappella. Il percorso è arricchito dalle splendide statue con inserti policromi della Galleria, messe a confronto con i marmi colorati antichi, già tema dell’allestimento della collezione del cardinale e della sua corte.

 

Fonte: https://www.turismoroma.it/it/eventi/meraviglia-senza-tempo-pittura-su-p...

 

La Migliore Tariffa Disponibile

Sul nostro sito web ufficiale vi garantiamo sempre la migliore tariffa disponibile.

Pagamenti Sicuri Al 100%

Per la conferma della prenotazione con carta di credito questo sito utilizza un server sicuro, secondo lo standard mondiale di cifratura Secure Socket Layers (SSL).

Assistenza Costante

Il nostro staff è sempre a tua disposizione per seguirti durante le fasi di prenotazione ed offrirti la soluzione migliore per il tuo soggiorno. Contattaci al numero telefonico +39 06.48.22.002 oppure via mail a info@hotelcaliforniaroma.it